Voti totali:

Tutte le storie
13.
Senti una voce, ascolti una risata, e al tuo fianco c’è lui. L’autore e il protagonista del libro che stai leggendo. In realtà non è lì con te eppure è come se ci fosse, tale è l’intensità delle parole che ha scritto raccontando la sua storia intrecciata alla storia della sua malattia e alle storie dei...
 
14.
BIBLIOTERAPIA e MALATTIA: IL BENEFICIO DELLA LETTURA di Giovanni Savignano La mia amica Altea, per problemi al seno, sta effettuando la chemioterapia, medicina che lei denomina liquore rosso. Pur affrontando con coraggio il percorso oncologico, mostra momenti di tristezza e stati ansiosi, di scoraggiamento. Oltre al...
 
15.
BUONGIORNO! E’ adesso? L’ho appena salutata e non so cosa fare. Pensare. Non ho parole. Anche se siamo in piena estate tremo. Impotente. “Ospedale. Sospetto tumore all’utero. Ulteriori accertamenti. Un nuovo ricovero è indispensabile”. Sono da poco passate le otto del mattino. E’ il ricordo della...
 
16.
Le rughe sul viso mi fanno compagnia, sono diventate la mia storia. Le ho vissute con coraggio e con paura, con i sorrisi e con il pianto, ma sempre con amore, anche se le ho pagate tutte molto care. La luna si gonfia e si sgonfia e ogni tanto va via. Quello che non va via è la mia voglia di parlare, ti va? Dentro...
 
17.
L’Ambrogio e la Rita erano i miei suoceri (anche se lei non voleva essere chiamata così), si sono sposati nel 1970 e sono stati sempre insieme, uno per l’altra. Litigavano e battibeccavano come sandra e Raimondo, ed erano altrettanto uniti. Nel 2011 la Rita si ammala: inizia a non stare bene, ha una polmonite che...
 
18.
Era già passato tanto tempo, troppo . . i dolori alla schiena, questa tosse stizzosa e continua non abbandonava Catia. Nonostante medicinali, visite esami molteplici, non si riusciva a venirne a capo, non esisteva un filo conduttore, andavamo per tentativi e le risposte più svariate erano "ernia iatale" "ernia al...
 
19.
Sgrovigliare una matassa, alla ricerca di un inizio, solo per mettere in ordine, e sei lì accanto a chi ha tra le mani il groviglio, e subito arrivano parole come nodulo e non ne trovi uno, ma tanti di più. Allora che fai, pensi, cerchi, e a quel punto provi. Ma i noduli e meglio toglierli e circoscriverli. Ma...
 
20.
Sembra di stare in nave, Livorno-Olbia, con quel brusio di sottofondo che non si capisce se siano i motori o i condizionatori. "Si avvisano i gentili passeggeri che al ponte 7 è aperto il servizio ristorazione" e poi segue la traduzione in un improbabile inglese. Sembra di stare in cabina, ma poi apri gli occhi e...
 
21.
Mi sono innamorato di lei mentre la chemio le portava via i capelli. Le portava via peso. Le portava via sogni. Non si può dire che non me l'aspettassi quanto sarebbe stato difficile. Lo sapevo. Eppure è stato anche peggio di quanto immaginassi. Vederla attraversare linee di chemio una dietro l'altra e uno dopo...
 
22.
La notte più bella. Avevamo atteso questo momento per anni. Tanta speranza, tanti test di gravidanza con un risultato sempre diverso da quello atteso. E finalmente quella notte del 12 Dicembre era arrivata! Qualche settimana prima del previsto, ma la nostra Livia stava finalmente per nascere. Alle 23:35 nasceva la...
 
23.
La tradizione natalizia thailandese era stata rispettata: cena a base di granchi, Messa di mezzanotte in inglese, giro dei locali. La mattina seguente eravamo comunque presto in spiaggia. Nessuno di noi due aveva fatto troppo caso all’entità di quella bassa marea così improvvisa ed estesa, così fino a quando...
 
24.
Mia madre conta ancora Mia madre conta per non pensare più. Eppure, se le chiedo se ricorda Cartesio, risponde di no, che no, non lo sa chi era. Ha insegnato per anni matematica nei licei ingrigiti e spaccati di Reggio Calabria, ma adesso si rifiuta di aprire un libro di matematica, anche solo di sentirne l’odore...
 
1 2 3