Torna alle storie
Roche – A fianco del coraggio
Voti totali:
"Quella sera di inizio primavera, come tante in quel periodo, ogni occasione era buona per evadere da una vita deludente e opprimente. Immaginavo la solita serata al pub fra colleghi: il cibo mediocre, qualche battuta tra una birra ed un'altra, il confronto sulle problematiche lavorative. Fu lì che reincontrai Annalisa dopo qualche anno. Mi colpì il suo sorriso e il suo modo apparentemente scanzonato di porsi. Da lì poi una telefonata tira l'altra, il vedersi, confrontarsi e apprezzare sempre più il suo modo vero, pratico e solare di affrontare la vita. Dapprima una pizza, un gelato in pausa pranzo, poi una passeggiata in riva al mare in una Palermo che pian piano assumeva i colori caldi dell'estate. E poi non potere fare a meno della sua compagnia e il piacere di confrontarsi con lei su qualsiasi cosa, accorgendomi che il tempo scorreva sempre troppo rapidamente. Scoprire che una ragazza così piena di vita, di entusiasmo, di grinta e di gioia fosse affetta da sclerosi multipla è stata per me una sorpresa positivamente scioccante. Come uno schiaffo al mio smisurato orgoglio. Io che, sempre più depresso, credevo di avere fallito come uomo, come marito, come padre e non vedevo la luce in fondo al tunnel. Annalisa mi ha insegnato ad innamorami di nuovo di me, della vita, ad avere fiducia e speranza. Annalisa mi ha insegnato ad innamorarmi di nuovo! Credo sia arrivata nel momento più opportuno e sono fiero oggi di essere al fianco di una donna così coraggiosa e meravigliosa."