Torna alle storie
Roche – A fianco del coraggio
Voti totali:
"25 Maggio 2002, la nostra felicità nello sposarci, io e mia moglie Giorgia, che dopo qualche settimana si trasforma in semi disperazione quando aveva tutto il busto del corpo insensibile, formicolii alle mani e sensazione di svenimento quasi giornaliere. Da una risonanza apprendiamo che è affetta da Sindrome Demielinizzante poi concretizzatasi in Sclerosi Multipla. Da allora la nostra vita è cambiata: decine di terapie cortisoniche, fino a 3 RM all'anno e tuttora siamo (e inserisco il plurale volutamente) sotto controllo al reparto Neurologico del Policlinico Gemelli, che dobbiamo solo ringraziare perché, grazie al loro staff professionale, ci hanno fatto scoprire una cura che non cura, ma riduce il formarsi di nuove lesioni in modo eccelso, considerando che la lesione più grave di mia moglie Giorgia è posizionata proprio a ridosso del canale midollare, avendo così il rischio di ripercussioni al livello delle gambe. Sono ben 14 anni che ci siamo stretti l'una all'altro, vivendo solo del nostro amore, rimboccandoci le maniche senza nessun aiuto da una Sanità che dovrebbe salvaguardare chi ha la sfortuna di contrarre tali patologie degeneranti, ma che ci ha voltato le spalle con un'unica motivazione: ""Signore, sua moglie cammina?!!!"" Da allora contiamo solo su di noi anche perché, dopo varie peripezie e tortuosi viaggi di ospedale in ospedale, abbiamo raggiunto lo scopo primario di chi vive... DARE AL MONDO UNA NUOVA VITA!! E così dal 2014 anche Lorenzo, il nostro cucciolo, vive quotidianamente quei momenti di forte stress, di terrore nel provare quelle sensazioni che possono far pensare ad un riacutizzarsi della BASTARDA (così la chiamiamo in casa), sempre con la valigia pronta per un eventuale nuovo ricovero. Il destino non ci sorride, visto che anche il cucciolo ha dei problemi di spettro autistico ma noi, sempre mano nella mano e col cuore ormai collegato da fili invisibili, andiamo avanti per la nostra strada combattendo per Lui e per Lei, senza mai farci abbattere dalle sfide della vita anche se, devo ammetterlo, spesso mi ritrovo solo, chiuso in me stesso, a piangere come un bambino per sfogare tutto ciò che ho dentro per evitare che mi consumi piano piano! La sua Forza è la mia, la sua tenacia è la mia e finché ci sarà così tanto amore, daremo del filo da torcere a questa vita ingiusta ma sempre STUPENDA!!"