Torna alle storie
Roche – A fianco del coraggio
Voti totali:
"Ascolto la radio in macchina mentre torno dal lavoro. C'è un concorso in cui un compagno di una persona con SM puo' raccontare qualcosa; ok, ma io non sono uno scrittore, cosa racconto ?? Iniziamo col dire che conosco una ragazza 10 anni fa, lavora in un supermercato come salumiera, le piace ballare, uscire con le colleghe e divertirsi, correre a piedi. Ma c'è qualcosa che non va, qualcosa cambia. Diventa piu' introversa, e' sempre stanca, ha sempre mal di schiena, le gambe informicate ed è molto nervosa. Il suo medico di base non se ne accorge e dopo 3 mesi, con la scusa del matrimonio, riesco a farla seguire dal mio dottore che in 5 minuti capisce la gravità della cosa (sembra strano, ma è così). Una settimana di ricovero in ospedale e vai che si inizia la terapia con cui deve convivere tutta la vita. Sì, tutta la vita!!! Non e' una cosa facile e per un soffio non cade in una forte depressione, non accetta questa cosa, ma ci vogliamo anche sposare , quindi mi rimbocco le maniche e le sto vicino, non la lascio mai. Sono passati quasi 2 anni e decidiamo di avere un figlio nonostante i pareri contrari di alcuni medici, ma purtroppo lo perdiamo. E' una cosa che puo' succedere al primo concepimento, visto che ha 34 anni...altra bastonata!!! ""NO, IO VOGLIO UN FIGLIO"", mi continua a dire mia moglie!! 4 mesi fa è nato un bel maschietto, sano come un pesce e ho rivisto in lei il sorriso che aveva perso. La malattia è sempre in agguato e non se ne andrà mai, ma non fate il suo gioco: VIVETE!! Si possono fare le stesse cose di prima, magari in modo diverso, ma dovete provare a farle lo stesso. Chi vive con una persona con questo problema deve avere molta pazienza a volte, perchè non sempre è facile vedere chi ti sta vicino piangere dal dolore quando si fa la puntura giornaliera, vederla camminare in montagna e dopo 2 chilometri pensare se sta bene, oppure si stanca troppo, perchè non ti dirà mai di fermarti: ""se lui ce la fa, posso farcela anche io!!"". Nessuno si deve mai arrendere, specialmente noi che dobbiamo dare coraggio ai nostri compagni di vita, perchè dobbiamo viverla con loro e a volte fare in modo che per un pò si dimentichino di tutto quello che sta succedendo loro. Le cose belle della vita succedono a tutti, anche a voi. Questa è la mia storia, per qualcuno non significherà nulla, ma è la mia storia e continuerò a proteggere la mia compagna."