Torna alle storie
Roche – A fianco del coraggio
Voti totali:
"Mia nonna era una donna di grandi valori e piena di saggezza, ma purtroppo sì è spenta la sua anima mentre tutti non ce l'aspettavamo. Tutto è iniziato il 13 luglio del 2016, quando ho iniziato a notare nel suo corpo dei lievi scatti laterali delle dita, tenute in tensione contro gravità, che si accentuavano in intensità fino a diventare piuttosto evidenti, se assumeva determinate posizioni (ad esempio tenendo un solo dito alzato) e che persistono molto durante le giornate. Sono seguite fascicolazioni diffuse avvertite prevalentemente a riposo (che però, a detta del neurologo, sono raramente sintomo di SM, specie all'esordio) e sporadici scatti degli arti che avvertiva in fase di addormentamento. Vi lascio immaginare il carico d'ansia che aveva mia nonna, ma anche io da nipote. Questa ansia era accompagnata dalla comparsa e dal protrarsi di questi sintomi, ansia che mi ha spinto a richiedere il parere di due neurologi diversi (di cui uno primario di un ospedale importante) che, previo esame obiettivo negativo, hanno attribuito tutto all'ansia. Mia nonna finalmente si era calmata e diciamo anche ""tranquillizzata"" fino a quando, tutto ad un tratto, comparì un nuovo spaventoso sintomo: un bruciore di intensità variabile su buona parte del corpo (ai quattro arti, ai glutei, alle spalle e al collo), acuito dal contatto con superfici ruvide, che so per certo essere sintomo della Sclerosi Multipla. Avevo letto in rete che sensazioni e sintomi presenti in aree così estese e insorti tutti insieme in modo così improvviso (da un giorno all'altro) raramente sono sintomo di Sclerosi Multipla, ma io, fidandomi poco, ho deciso di chiedere ad altri neurologi. La mia domanda era sempre: ""chi è affetto dalla sclerosi multipla, ha il bruciore diffuso, oppure localizzato, a determinate aree? Poi chiedevo loro: ""I sintomi che ha mia nonna, vi sembrano suggestivi di un esordio da Sclerosi Multipla?"" I dottori, alcune volte mi rispondevano, altre volte no, perchè avevano dei dubbi anche loro stessi. Chiaramente dopo essermi consultato con i dottori, chiesi maggiori informazioni su altri siti. Ovviamente sapevo che loro non erano dottori, ma il loro parere per me era molto importante. Tanto per aggiungerne un'altra, leggendo su tantissimi altri siti famosi e meno, ho scoperto l'esistenza dei riflessi addominali e ho letto che una loro assenza può essere una spia di esordio di sm."